L’eterno passaggio.

È cominciata con un paio di palleggi, sulla spiaggia, alla fine d'una giornata intera trascorsa al mare. Dopo la gara di tuffi, il panino e la birra, la passeggiata sul bagnasciuga, la partita a scopa, la noia si fa sentire, stai decidendo se fare armi e bagagli e andare, quando intravedi in controluce il su e giù di una palla al di là delle dune. In piedi li scorgi più chiaramente: tre tizi in cerchio. Ti avvicini e li senti: a ogni tocco corrisponde una battuta, a ogni ricezione un pezzetto di racconto e tra uno scambio e l'altro costruiscono [...]

2017-01-26T19:23:53+00:00 26/04/2015|Minute|